Dirigente Huawei accusato di spionaggio in Polonia

Il direttore vendite dell’unitá polacca di Huawei Technologies è stato arrestato dalle autoritá di Varsavia con l’accusa di spionaggio di alto livello per conto di un’agenzia cinese. L’episodio si inserisce nell’ambito di un controllo sempre piú stretto esercitato da Washington e dai suoi alleati sul gigante cinese del tech.

Secondo quanto riportato dalla televisione di stato Telewizja Polska, l’agenzia di controspionaggio polacca ha perquisito gli uffici di Huawei, prelevando documenti e materiale elettronico, e la residenza del direttore vendite, di nazionalitá cinese. L’identitá dell’indagato non è stata resa nota, ma l’uomo è stato identificato come un ex-dipendente del consolato cinese a Danzica.Persone a conoscenza dei fatti ritengono si tratti di Weijing Wang, noto in Polonia come Stanislaw Wang.

Nel quadro dell’indagine, l’International Security Agency, ovvero i servizi segreti statali, ha preso in custodia un…
Leggi anche altri post Agenzie o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer