Divieto di cellulare in classe per prof e studenti: la proposta di Lega e Fi

Cellulare vietato in classe, sia per gli studenti che per gli insegnanti. È la norma contenuta nella proposta di legge per la reintroduzione dell’educazione civica nella scuola primaria e secondaria che ha iniziato ieri il suo iter in Commissione cultura alla Camera. La proposta, firmata dal deputato leghista Antonio Capitanio, sarà completata da altre due proposte di legge, una firmata da Giorgia Latini della Lega e l’altra dall’ex ministro dell’Istruzione, Mariastella Gelmini (Fi).

La proposta prevede il divieto «salvo casi particolari specifici, dell’uso del cellulare e di altri dispositivi elettronico-digitali nei luighi e negli orari dell’attività didattica». L’ipotesi è quella di disporre l’obbligo di depositare i cellulari in presidenza e fare riferimento alla segreteria per eventuali chiamate di emergenza».

Leggi anche altri articoli di Economia o leggi la fonte


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer