Dop e Igp, fuori dall’Italia ne vendiamo per 3,5 miliardi. Dominano formaggi e latticini

Mentre l’export del settore agroalimentare italiano mostra segni di declino, le produzioni di alta qualità a marchio Dop e Igp continuano a macinare incassi. Secondo il rapporto del centro studi di Confagricoltura, su dati Qualivita/Ismea, l’export di questi prodotti nel 2017 ha raggiunto i 3,5 miliardi di euro; l’88% in più rispetto al 2010. Nello stesso periodo il settore agroalimentare nel suo complesso è cresciuto a velocità assai più ridotta: +47,6%.

In crescita anche il valore alla produzione che nel 2017 ha toccato i 6,9 miliardi di euro: un miliardo in più rispetto al 2010. In questo caso, però, è negativo il valore medio (euro per chilo) che si attesta al -0,62%: questo perché nel frattempo sono aumentate le produzioni che hanno ottenuto il marchio Dop o Igp dall’Unione Europea.

A trainare l’intero settore sono…
Leggi anche altri post Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer