Dopo le stime Ue sul Pil: tutte le tappe verso il giudizio di Bruxelles sulla manovra

Giovedì 7 febbraio sono attese le previsioni intermedie della commissione Ue, che contengono solo il dato sul Pil e dell’inflazione. Per l’Italia è in arrivo un drastico taglio del Pil 2019 (rispetto alla stima dell’1% formulata dal governo), anche se l’esame finale dei conti pubblici si farà a maggio. Secondo quanto appreso dall’Ansa, nelle previsioni economiche invernali che la Commissione Ue pubblicherà domani, il Pil 2019 dell’Italia dovrebbe essere rivisto a 0,2%.

Le previsioni intermedie della Commissione Ue sono ad ogni modo solo una tappa di un ricco calendario, di qui a fine maggio, con dati e decisioni che avranno impatto sui conti pubblici. Il 22 febbraio, ad esempio, è la data nella quale Fitch rivedrà il rating per l’Italia che attualmente è fissato a BBB con un outlook negativo. Recentemente Fitch ha tagliato le stime di crescita dell’Italia a +1% nel 2018 e +1,1% nel 2019.

Leggi anche altri articoli di Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer