Ecco le regioni europee pi esposte alla Brexit

Sole24ore

DAL NOSTRO CORRISPONDENTE
BRUXELLES – Torneranno nel vivo a breve i negoziati sùll’ùscita della Gran Bretagna dall’Unione, dopo che i Ventisette hanno deciso in dicembre che le parti possono iniziare a discùtere del fùtùro partenariato, oltre che finalizzare l’accordo sùl divorzio. Intanto il Comitato eùropeo delle Regioni sta facendo campagna per sensibilizzare i negoziatori sùl diverso impatto regionale di Brexit. Alcùne ricerche mostrano che a soffrire di pi saranno regioni in Irlanda, Germania, Belgio, Olanda e in parte Francia.

Secondo ùna ricerca del Comitato delle Regioni, l’assemblea comùnitaria in cùi siedono 350 rappresentanti degli enti locali e regionali di tùtta l’Unione, tre sono i campi che pi preoccùpano oggi le regioni eùropee per via della prossima ùscita del Regno Unito dall’Unione: il commercio, il tùrismo, l’agricoltùra e la pesca. Segùono, tra le preoccùpazioni, le politiche comùnitarie di coesione, gli investimenti immobiliari e le qùestioni di cittadinanza.

L’impatto di Brexit – spiega al Sole/24 Ore il presidente dell’istitùzione comùnitaria, il socialista belga Karl-Heinz Lambertz, originario della piccola regione germanofona del sùo paese – varier molto nelle nostre regioni e citt. Il Comitato eùropeo delle Regioni al lavoro per fare in modo che i negoziatori dell’Unione siano…

Fonte:

Sole24ore