Ecofin, slitta l’accordo sulla web tax europea: la palla torna all’Ocse

MILANO – Dalla riunione dei ministri delle Finanze dell’Unione euroea potrebbe arrivare un rimando su due questioni importanti: web tax, tassa sui giganti di Internet, e aggiornamento della lista dei paradisi fiscali.

Sul primo versante, secondo quanto emerso a valle della riunione, non c’è accordo all’Ecofin sul testo di compromesso sulla web tax Ue presentato dalla presidenza romena, e quindi si arena ancora una volta l’idea di procedere con una tassa solo europea. I lavori per una tassazione delle imprese digitali proseguiranno quindi a livello Ocse. “Prendo nota dell’opposizione di alcuni Stati membri, Ocse e G20 stanno portando avanti progetti molto ambiziosi e si pensa di concludere entro il 2020. Siamo d’accordo a concentrarci sugli sforzi a livello di Ocse, ma dobbiamo essere pronti ad affrontare ritardi all’interno dell’ambito internazionale”, ha detto il presidente di turno dell’Ecofin…
Leggi anche altri post Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer