Effetto COVID, Ue stima recessione profonda per Italia con crollo Pil -9,5%, debito boom al 158,9%


Il Pil italiano si contrarrà nel 2020 del 9,5%, a fronte di un deficit-Pil che salirà all’11,1% e a un rapporto debito-Pil in rialzo al 158,9%. E’ quanto risulta dalle Previsioni economiche di primavera 2020 stilate dalla Commissione europea e pubblicate oggi.

Per il 2021 il deficit-Pil rallenterà al 5,6%, mentre il debito-Pil scenderà al 153,6% a fronte di una ripresa del Pil del 6,5%. La Commissione europea parla di recessione profonda per l’Italia e di una ripresa solo parziale prevista per l’anno prossimo.
Leggi anche altri post Agenzie o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer

Lascia un commento