Elezioni Sardegna, cosa significa una vittoria di Salvini

Matteo Salvini continua a ripetere che per il governo non cambierà niente. Un refrain a cui non crede ma nel quale spera. Il centrodestra guidato a trazione leghista si prepara al bis. E a farne le spese però, anche stavolta, è il M5s, il socio di maggioranza, costretto a distanza di sole due settimane a leccarsi di nuovo le ferite. Salvini anche stavolta userà toni e parole convincenti per rassicurare Luigi Di Maio. Ma il dato di fatto incontrovertibile è che la coalizione di centrodestra continua a crescere mentre quella di governo, nonostante l’ottima performance del Carroccio, ha cominciato a perdere terreno.

Un segnale che coinvolge al momento solo il M5s. Ignorarlo tuttavia sarebbe pericoloso. Anche perchè le prospettive di qui alle europee del 26 maggio sul fronte economico non sono entusiasmanti. E si è visto proprio in Sardegna -con le proteste sul prezzo del latte – quanto il termometro del portafoglio possa orientare (o disorientare) le scelte delle persone. Salvini lo sa bene. Per questo per una settimana il ministro dell’Interno è rimasto piantato sull’isola confrontandosi con i promotori della vertenza casearia. Una presenza che però ha contribuito a mettere ancora una volta in risalto il suo ruolo e allo stesso tempo in ombra il suo alleato pentastellato.

Leggi anche altri articoli di Economia o leggi la fonte


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer