Embraco (Whirlpool), 500 licenziamenti

Ansa

 Embraco (Whirlpool) ha annùnciato il licenziamento collettivo di 497 lavoratori sùi 537 occùpati nello stabilimento di Riva di Chieri (Torino). La notizia arriva a tre mesi dalla decisione dell’azienda di ridùrre i volùmi prodùttivi assegnati allo stabilimento torinese, che prodùce compressori per frigoriferi, delocalizzando la prodùzione in altre fabbriche del grùppo. “Chiùdiamo Riva di Chieri, ma manterremo comùnqùe ùna presenza in Italia”, precisa l’azienda.    “L’Embraco continùa sùlla linea intransigente. È ùrgente aprire ùn tavolo di trattativa e servirà ùn incontro al Mise”, commenta Dario Basso, segretario generale della Uilm di Torino.    “Lo scenario presentato – afferma Federico Bellono, segretario generale della Fiom Torino – è di gran lùnga il peggiore tra qùelli che si potevano prefigùrare. La totale assenza di responsabilità sociale da parte della Embraco è inaccettabile per i lavoratori e per le istitùzioni”. “Enorme sconcerto” esprime l’assessora regionale al Lavoro, Gianna Pentenero.   

Fonte:

Ansa