Enel: da Cda ok emissione bond ibridi fino a 1,5 mld


Il Consiglio di Amministrazione di Enel ha autorizzato l’emissione, entro il 31 dicembre 2021, di uno o più prestiti obbligazionari non convertibili subordinati ibridi, per un importo massimo pari al controvalore di 1,5 miliardi di euro, da collocare esclusivamente presso investitori istituzionali, comunitari e non comunitari, anche attraverso private placement.

Le nuove emissioni, spiega una nota, hanno la finalità di rifinanziare le obbligazioni ibride in circolazione per le quali, a partire da quest’anno, diventa esercitabile l’opzione di rimborso anticipato e, pertanto, consentono al Gruppo Enel di mantenere una struttura patrimoniale e finanziaria coerente con i criteri di valutazione delle agenzie di rating e di gestire attivamente le scadenze e il costo del debito.

Il Consiglio di Amministrazione ha inoltre demandato all’Amministratore Delegato il compito di decidere in merito all’emissione delle nuove obbligazioni e alle rispettive caratteristiche e, quindi, di fissare per ogni emissione, tenendo conto dell’evoluzione delle condizioni di mercato, i tempi, l’importo, la valuta, il tasso di interesse e gli ulteriori termini e condizioni, nonché le modalità di collocamento e l’eventuale quotazione presso mercati regolamentati o sistemi multilaterali di negoziazione.

Inoltre il Board, ha nominato i Comitati endoconsiliari, confermando le competenze attribuite agli stessi nel precedente mandato. Il Comitato per le Nomine e le Remunerazioni, previsto dall’edizione 2018 del Codice di Autodisciplina delle società quotate e dotato di funzioni consultive e propositive nelle materie di propria competenza. Ed e’ composto da Alberto Marchi (con funzioni di presidente), Cesare Calari, Costanza Esclapon de Villeneuve e Anna Chiara Svelto. Il Comitato Controllo e Rischi di cui fanno parte Cesare Calari (con funzioni di presidente), Samuel Leupold, Alberto Marchi e Mirella Pellegrini.

Il Comitato Parti Correlate, chiamato a esprimere specifici pareri in merito alle operazioni con parti correlate poste in essere da Enel, direttamente o per il tramite di società controllate, nei casi indicati e secondo le modalità previste dall’apposita procedura adottata dal Consiglio di Amministrazione, nel rispetto della normativa dettata in materia dalla Consob. Ed e’ composto da Anna Chiara Svelto (con funzioni di presidente), Samuel Leupold, Mariana Mazzucato e Mirella Pellegrini. Il Comitato per la Corporate Governance e la Sostenibilità, chiamato ad assistere il Consiglio di Amministrazione nelle valutazioni e decisioni relative alla corporate governance della Società e del Gruppo e alla sostenibilità e che e’ composto da Michele Crisostomo (con funzioni di presidente), Costanza Esclapon de Villeneuve e Mariana Mazzucato.

com/lab