Eni cede a Qatar Petroleum il 30% del permesso offshore Tarfaya in Marocco

MILANO –  Nuova intesa tra Eni e Qatar Petroleum. Dopo l’accordo siglato alcuni giorni fa con cui la società del Golfo ha rilevato il 25,5% del Blocco A5-A al largo del Mozambico, le due aziende hanno firmato un accordo per consentire a Qatar Petroleum di acquisire una quota del 30% nel Permesso Tarfaya Offshore Shallow, composto da 12 blocchi esplorativi nell’offshore del Marocco. L’accordo, informa una nota, è soggetto all’autorizzazione delle autorità marocchine.

Eni, attraverso la sua controllata Eni Maroc, e Office National des Hydrocarbures et des Mines (Onhym) attualmente detengono rispettivamente una partecipazione del 75% e del 25% con Eni Operatore. Le parti stanno attualmente effettuando studi geologici e geofisici come parte del programma relativo alla prima fase esplorativa come stabilito dall’accordo dal “Tarfaya Petroleum Agreement”. A seguito dell’accordo il consorzio sarà composto da Eni al…
Leggi anche altri post Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer