Economia

EUR/USD: La Cina pesa sul cambio; prevista settimana intensa

Investing.com – La settimana inizia in rosso per il cambio EUR/USD, che la notte scorsa ha aperto in un gap ribassista, arrivando a toccare a un minimo di 1,0340 la notte scorsa, per via di un’avversione al rischio generale.

Nel weekend i civili cinesi si sono scontrati con la polizia in differenti città, tra i quali Pechino e Shanghai, mentre il malcontento dell’opinione pubblica nei confronti della politica di zero coronavirus ha raggiunto il culmine dopo un incendio che ha causato vittime nella Cina occidentale la settimana scorsa. Gli scontri sono avvenuti anche dopo i disordini scoppiati a Zhengzhou in seguito al ripristino del lockdown della città da parte del governo.

Calendario economico fitto per l’euro dollaro questa settimana

Sui mercati, questa situazione si traduce in un desiderio di cautela da parte degli investitori, che favoriscono i beni rifugio come il dollaro, da cui il presente debolezza dell’EUR/USD.

Per il resto della giornata, questo tema rimarrà inizialmente centrale, prima che l’attenzione si sposti sulla BCE, con un discorso di Christine Lagarde alle 15.00. Alle 18:00 interverranno anche diversi membri della Fed, tra i quali Bullard.

Tuttavia, dovremo attendere qualche giorno per gli eventi più importanti della settimana per l’EUR/USD, in modo particolare: mercoledì mattina l’IPC preliminare di novembre per la zona euro, giovedì l’indice dei prezzi PCE relativo alla spesa delle famiglie statunitensi (l’indicatore d’inflazione preferito dalla Fed) e venerdì il resoconto NFP sulla creazione di posti di lavoro negli Stati Uniti di novembre .

L’elenco completo delle statistiche potenzialmente influenti per EUR/USD questa settimana e riportato nel nostro calendario economico.

Le aspettative per il prossimo vertice della Fed restano fondamentali per il cambio EUR/USD

Questa settimana sarà ricca di eventi importanti, in modo particolare negli Stati Uniti, che permetteranno al mercato di rivedere le aspettative per il prossimo vertice della Fed. All’atto della scrittura, il barometro sui tassi della Fed di Investing.com indica una probabilità del 75,8% che la Fed rallenti l’aumento dei tassi allo 0,5% per la sua prossima decisione, che sarà annunciata il 14 Dicembre.

Tuttavia, dei dati economici statunitensi più forti del programmato potrebbero ridurre questa probabilità a favore di un’altro rialzo dei tassi dello 0,75%, che sarebbe positivo per il dollaro e quindi meccanicamente negativo per il cambio EUR/USD.

Al contrario, una serie di brutte sorprese nei dati economici statunitensi di questa settimana potrebbero aumentare ulteriormente la certezza del mercato di un rallentamento del rialzo dei tassi della Fed, con un impatto rialzista sul cambio EUR/USD.

Il profilo tecnico dell’EUR/USD peggiora

Alla fine, sotto il profilo grafico, bisogna notare che la correzione del cambio EUR/USD dalla riapertura del mercato forex di la notte scorsa ha portato la coppia di valute al di sotto della sua media mobile a 200 giorni, il che rappresenta un segnale negativo.

Euro Dollar EUR/USD, Graphique journalier

Il prossimo potenziale supporto per la coppia EUR/USD e la soglia psicologica di 1,03, al di sopra del minimo della scorsa settimana intorno a 1,0225. In aumento, la media mobile a 200 giorni, ora a 1,0380, rappresenta una resistenza immediata, prima di 1,04, quindi il massimo della scorsa settimana a 1,0450, il massimo del 15 novembre a 1,0480 e alla fine la soglia psicologica di 1,05.

EUR/USD: La Cina pesa sul cambio; prevista settimana intensa

cambio prevista settimana


FIMA2931#

Show More