Ex Ilva: Fiom, totale incertezza in tutti stabilimenti


“Non conosciamo né piano industriale, né la composizione societaria e il possibile ingresso pubblico del governo. Durante la pandemia si è chiesto di lavorare, ora finita la fase di blocco, dovuta all’emergenza Covid-19, tutti gli stabilimenti sono al minimo e gli investimenti non ci sono. C’è una situazione di instabilità e nessuna prospettiva sul futuro”.

Lo ha detto, a quanto si apprende, la segretaria generale Fiom-Cgil, Francesca Re David, intervenendo all’incontro in corso al Mise tra governo e ArcelorMittal. “E’ un quadro assolutamente inaccettabile.

E’ impensabile che ai sindacati vengano date informazioni su decisioni prese da altri. Esiste anche una responsabilità del governo”, ha aggiunto Re David sottolineando che “c’è un’interlocuzione in atto tra governo e ArcelorMittal ma i sindacati sono tagliati fuori. Per la Fiom resta valido l’accordo sindacale che prevede piena occupazioni. Non ci stiamo a essere chiamati solo per gestire gli esuberi e la cassa integrazione”.

alu

fine

MF-DJ NEWS

2512:24 mag 2020

Lascia un commento