Notizie dei mercati

Exor saluta Piazza Affari: da 6 euro i titoli ne valgono ora 60

This content has been archived. It may no longer be relevant

#mercatoazionario

Exor dice addio a Piazza Ferrari, da piu di un decennio ininterrotto di presenza nel mercato borsistico italiano. L’uscita di scena avviene a seguito di una trasformazione storica e un’infinità di operazioni che hanno ridefinito l’impero dei familiari Agnelli. Successivamente agli annunci effettuati nei mesi passati, la potenza industriale ha definito effettivo il delisting delle azioni ordinarie da Euronext Milan. I titoli Exor andranno avanti a essere quotati unicamente su Euronext Amsterdam.

Insomma, si conclude qui il percorso a Piazza Affari. In differenti occasioni il numero uno della società, John Elkann, ha sottolineato il periodo di permanenza, superiore ai 10 anni, nel raccontare la storia della holding e della sua metamorfosi. Che, per chiunque abbia deciso di effettuare un investimento, ha avuto il suo tornaconto. Come ricorda spesso l’uomo d’affari, per ogni euro destinato ne sono stati percepiti 10. D’altro canto, i dati lo attestano senza concedere possibilità di replica agli scettici.

Exor: l’andamento dal 2009

Exor, sorta nel marzo 2009 dalla fusione di Ifil, Ifi e ulteriori realtà della dinastia Agnelli, in Borsa vedeva i titoli valere meno di 6 euro nel momento di nascere. Ora lascia Piazza Affari con una quotazione di 60 euro circa. Nel 2009 il Nav di Exor ammontava a 3,1 miliardi, mentre l’ultima semestrale indica lo stesso dato attestarsi a 25 miliardi e mezzo di euro.

In ambito di composizione, il portafoglio era 10 anni fa concentrato…


FIGN2917 => 2022-09-28 18:15:06
mercatoazionario

Show More