F35, Palazzo Chigi: nei prossimi mesi ricognizione da parte dei comparti della Difesa

«Nei prossimi mesi tutti i comparti della difesa, sotto il coordinamento del Ministro Trenta, saranno chiamati a operare una ricognizione delle specifiche esigenze difensive dell’Italia, in modo da assicurare che le prossime commesse siano effettivamente commisurate alle nostre strategie di difesa, con l’obiettivo di garantire la massima efficacia ed efficienza operative in accordo con la collocazione euro-atlantica del nostro Paese». È quanto ha comunicato Palazzo Chigi al termine del colloquio sul dossier F35 tra il premier Giuseppe Conte e il ministro della Difesa Trenta.

Nei prossimi mesi coinvolgimento comparti della Difesa
Il dossier sulle «valutazione tecniche», per ricorrere a un’espressione di Trenta, sul programma di acquisto del cacciabombardiere americano di ultima generazione, prodotto da un consorzio guidato da Lockheed Martin in alleanza con l’industria britannica Bae Systems, registra così un passaggio ulteriore: il coinvolgimento dei vertici delle forze armate.

Leggi anche altri articoli di Economia o leggi la fonte


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer