Fca: pronto ospedale campo per Covid-19 al Fiat Clube di Betim in Brasile


Grafico Azioni Fiat Chrysler Automobiles (BIT:FCA)
Intraday

Oggi : Venerdì 10 Aprile 2020

Clicca qui per i Grafici di Fiat Chrysler Automobiles

Dopo poco più di una settimana di lavoro, l’ospedale da campo installato presso la sede della Fiat Clube, a Betim, Minas Gerais, è pronto a ricevere pazienti da Covid-19. Questo è il primo centro di assistenza medica per combattere la pandemia causata dal coronavirus da installare nel stato di Minas Gerais.

Fca, spiega una nota, ha assegnato un’area di 2 mila metri quadrati al Comune di Betim, per l’installazione di un totale di 200 posti letto. Di questi, 120 letti per infermeria sono già installati e disponibili. L’ospedale da campo è integrato con altri servizi sanitari nel comune mobilitati per rispondere alla pandemia.

I casi di pazienti ospedalizzati che progrediscono in condizioni più gravi saranno indirizzati ai letti di terapia intensiva installati negli altri ospedali pubblici. Man mano che i pazienti guariranno e lasceranno le cure intensive, torneranno all’ospedale da campo della Fiat Clube, dove altri 80 letti verranno impiantati per riceverli nella fase di recupero.

I due piani dell’edificio principale del Fiat Clube sono occupati dall’ospedale. Il primo piano è destinato all’assistenza ai pazienti, mentre il piano inferiore è dedicato agli operatori sanitari con spogliatoi, caffetteria, magazzino e sala di riposo.

Fca ha anche donato un’ambulanza Fiat Ducato per supportare le azioni dell’ospedale da campo nel trasporto di pazienti.

Il programma di supporto integrato di Fca per combattere il Covid-19 si basa su tre fronti principali: contributi per l’installazione di ospedali da campo a Betim (Mg) e Goiana (Pe), con una fornitura totale di 300 posti letto; utilizzo delle competenze e delle risorse dell’azienda per produrre ed espandere la fornitura di articoli ospedalieri altamente strategici in questo momento, come dispositivi di protezione individuale per team sanitari e ventilatori polmonari; donazioni e prestiti di materiali, attrezzature varie e veicoli alle autorità sanitarie.

L’azienda sta lavorando rapidamente per completare l’impianto, sempre nel mese di aprile, di un ospedale da campo con 100 letti nel comune di Goiana, nello stato del Pernambuco.

Ha inoltre formato 18 ingegneri e installato due officine presso le fabbriche di Betim e Goiana per riparare i ventilatori polmonari non utilizzati per manutenzione. In Brasile, ci sono 3.600 ventilatori fuori servizio, di cui 275 dispositivi non operativi a Pernambuco e Paraiba e 335 a Minas Gerais. Si stima che ogni respiratore recuperato possa servire fino a dieci persone.

com/cce

Lascia un commento