Festa della donna con sciopero: a rischio trasporti, scuola e sanità

Un 8 marzo che rischia di diventare un venerdì “nero” a causa dello sciopero generale indetto dai sindacati di base di tutti i settori pubblici e privati.Lo sciopero, organizzato in concomitanza della Festa della Donna, coinvolgerà anche il trasporto con possibili disagi per i passeggeri. I sindacati autonomi hanno accolto l’appello del movimento femminista “Non una di meno” a scendere in piazza contro la violenza sulle donne e i femminicidi, le discriminazioni di genere sul lavoro, ma anche contro il ddl Pillon su separazione e affido.

Trasporto nazionale e locale
Le Ferrovie dello Stato sciopereranno dalla mezzanotte di oggi alle ore 21.00 di domani venerdì 8 marzo. Per quanto riguarda i treni regionali saranno garantiti i servizi essenziali previsti in caso di sciopero nei giorni feriali dalle ore 6.00 alle ore 9.00 e dalle ore 18.00 alle ore 21.00. Si prevede inoltre l’effettuazione di ulteriori servizi, con particolare attenzione alle relazioni a maggiore traffico viaggiatori. Sarà inoltre garantito il servizio Leonardo express fra Roma Termini e l’aeroporto di Fiumicino. Le Frecce circoleranno regolarmente.

Leggi anche altri articoli di Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer