Fincantieri, Salvini blinda Bono: «Squadra che vince non si cambia»

Il vicepremier della Lega, Matteo Salvini, blinda definitivamente Giuseppe Bono, numero uno di Fincantieri, il cui mandato arriva a scadenza con l’approvazione del bilancio 2018. Finito nel balletto delle nomine, che si è aperto nei giorni scorsi sulle voci di un possibile ridimensionamento delle sue deleghe per far posto a un presidente sponsorizzato dai grillini (il nome circolato è quello di Paolo Simioni, presidente e dg di Atac), il top manager calabrese ha incassato stamane, a margine della presentazione della Costa Venezia, la nuova nave di Costa Crociere per il mercato cinese, l’appoggio chiarissimo del leader della Lega, il terzo nel giro di pochi giorni.

Salvini: Bono? Squadra che vince non si cambia
«La riconferma di Bono alla guida di Fincantieri? Squadra che vince non si cambia», ha detto Salvini arrivando alla cerimonia in corso a Monfalcone. Fincantieri, ha aggiunto il ministro dell’Interno che già nei giorni scorsi si era speso a favore di un nuovo mandato di Bono, alla guida di Fincantieri dal 2002, «è una delle aziende che assume di più e che esporta di più. Il governo del cambiamento, riconosce chi sa fare bene il suo lavoro e va avanti». Poi, parlando dal palco, ribadisce il messaggio. «Squadra che vince non si cambia. Fincantieri è una squadra che vince e quindi non si cambia».

Leggi anche altri articoli di Economia o leggi la fonte


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer