FinecoBank crolla nonostante “miglior risultato di sempre” nel 2019


Mercato azionario

Di Mauro Speranza

Investing.com – Vira improvvisamente in negativo il titolo Fineco dopo la diffusione dei dati relativi al 2019, in un contesto invece positivo per le borse europee.

Il titolo FinecoBank (MI:FBK) scende a quota 11 euro per azione, segnando un calo del 5% iniziato a metà seduta subito dopo la presentazione dei risultati finanziari 2019 iniziata alle 13:30 e tenuta dal CEO Alessandro Foti.

La banca ha chiuso l’esercizio 2019 con un utile di 288,4 milioni di euro, in crescita del 19,5%, e un utile netto rettificato per le poste non ricorrenti cresciuto del 10% sul 2018 a 268,8 milioni. Il cda ha deciso la proposta di un dividendo pari a 32 centesimi per azione, con un aumento del 5,6% rispetto alla cedola del 2018.

In aumento per FinecoBank (MI:FBK) i crediti deteriorati che salgono a 3,6 milioni di euro, mentre al 31 dicembre 2018 si fermavano a 2,8 milioni di euro.

In crescita del 4,7% i ricavi, arrivati a 657,8 milioni “grazie soprattutto al contributo positivo delle commissioni nette”.

Un trader osserva che i risultati sono buoni ma forse il mercato si aspettava qualcosa in più e ciò ha innescato fisiologici realizzi su un titolo che negli ultimi sei mesi è salito del 25% e da inizio anno ha un bilancio positivo del 5%. Secondo altri operatori, il mercato sembrerebbe concentrarsi proprio sul dividendo che non ha superato ma ‘solo’ centrato le attese del consensus a quota 32 centesimi.

Il dato relativo al 2019 viene accolto positivamente da Foti, il quale lo ha definito “un punto fondamentale nella storia di Fineco, confermando nei numeri e nei fatti la massima sostenibilità e qualità del nostro modello di business. I valori di trasparenza e efficienza che caratterizzano da sempre il percorso di Fineco, la capacità dei nostri consulenti di rispondere con efficacia a tutte le esigenze finanziarie della clientela, unitamente a un’offerta di soluzioni di investimento sempre più evolute hanno permesso di conseguire il miglior risultato di sempre. Un dato di forte crescita che ha coinvolto tutte le aree di business”.

Resta l’ottimismo anche per il nuovo, anno, “aperto con ottime prospettive anche sul fronte della raccolta, grazie a un processo di trasformazione della liquidità della clientela verso forme di risparmio più efficienti”, spiegava Foti.

“Continueremo a investire nello sviluppo delle tecnologie e di nuove piattaforme, nel miglioramento ulteriore della customer experience dei nostri clienti e della produttività della Rete, con la massima attenzione al ruolo chiave svolto dalla consulenza specializzata”.

Lascia un commento