Foodora, rider come dipendenti? Ecco cosa può succedere adesso

Stavolta il caso è tutto italiano. E già ci si interroga su quali saranno gli impatti sul settore. Una sentenza della corte d’Appello di Torino ha accolto il ricorso di cinque ex rider di Foodora, piattaforma di consegne a domicilio, stabilendo per loro il diritto a ferie, malattia e tredicesima. Una decisione storica, che in qualche modo avvicina i diritti dei lavoratori della gig economy a quelli dei dipendenti subordinati. E che va a minare i principi su cui è stata fondata l’economia dei lavoretti, agevolata – troppo spesso – da lacune normative che hanno messo nel freezer anni di diritti acquisiti e conquiste sindacali.

L’ipotesi dei ricorsi di massa

Leggi anche altri articoli di Economia o leggi la fonte


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer