Economia

Forex, biglietto verde ‘safe-haven’ spinto da timori per economia in arrivo minute Fed

This content has been archived. It may no longer be relevant

LONDRA (Reuters) – Il biglietto verde, valuta rifugio, tocca i massimi da sette giorni dopo che dati macro deboli, in particolar modo dalla Cina, hanno riacceso i timori di recessione che pesano su valute sensibili al rischio, come quella australiana.

L’indice del biglietto verde sale dello 0,06% contro un paniere di sei valute, e riguadagna tutte le perdite subite dopo i dati della settimana scorsa sull’inflazione Usa inferiori alle attese.

“Il dipinto sulla crescita Usa e anche ora intatto, ma il dipinto mondiale totale rimane fragile, date le preoccupazioni sulla Cina, e questo ha messo un freno all’appetito per il rischio e ha colpito ‘Aussie’ e certune valute legate al rischio sui mercati crescenti”, commenta Sim Moh Siong, currency strategist di Bank of Singapore.

La divisa australiana si e spinta sotto il livello simbolico di 0,7 $ (USA dollars) oggi, prima di recuperare una parte delle perdite.

Gli occhi sono ora sui verbali del meeting Fed di luglio, che verranno pubblicati domani sera, mentre gli investitori cercano di capire se l’approccio dell’istituto di credito centrale Usa sarà più o meno aggressivo sui rialzi dei tassi.

(versione italiana Antonella Cinelli, editing Stefano Bernabei)

Forex, biglietto verde ‘safe-haven’ spinto da timori per economia in arrivo minute Fed

Forex biglietto verde haven


FIMA2681#

Show More