Forex, dollaro sale dopo dati Usa e su timori per effetti pandemia


Valute

NEW YORK (Reuters) – Rimbalzo del dollaro dopo dati macro Usa negativi e tra i crescenti timori che i danni della pandemia all’economia globale dureranno a lungo, con gli investitori che in questo clima si rifugiano nel biglietto verde.

A indebolire le divise più esposte al rischio anche le aspettative che il taglio della produzione da parte dell’Opec possa non essere sufficiente a sostenere il mercato petrolifero di fronte a un crollo della domanda globale.

Il dollaro scendeva da quattro sedute sul cauto ottimismo legato a un rallentamento nella diffusione del coronavirus grazie alle misure restrittive messe in atto dai governi.

Ma gli analisti evidenziano l’incertezza sui tempi di ripresa delle economie, che potrebbero essere più lunghi del previsto.

Tra i dati arrivati oggi dagli Stati Uniti, le vendite al dettaglio a marzo sono scese oltre le attese, come pure produzione industriale e manifatturiera, e l’indice Empire State Fed New York di aprile si è attestato a -78,20 contro un consensus a -35.