Forex, Dollaro scende da massimi dopo dati disoccupazione Usa vicini ad attese


Valute

LONDRA (Reuters) – Il dollaro scende dai massimi di una settimana registrati questa mattina dopo dati Usa sulle richieste di sussidi di disoccupazione settimanali sostanzialmente in linea con le attese.

Nella settimana all’11 aprile sono state inoltrate 5.245.000 richieste contro le 5.105.000 stimate e le 6.615.000 della settimana precedente, con il totale delle domande inoltrate dall’inizio dell’emerganza Covid-19 che sfonda negli Stati uniti quota 20 milioni.

Il dato settimanale ha allentato, almeno momentaneamente, gli acquisti rifugio sul biglietto verde cui gli operatori ricorrono nei momenti di maggiore crisi. Contro un basket delle principali valute il dollaro si mantiene in marginale salita. A temperare il rialzo della divisa statunitense anche il relativo stabilizzarsi dei prezzi del petrolio e l’affacciarsi di una certa propensione al rischio sul fronte equity.

“Nel breve, con il permanere di una situazione di incertezza, il dollaro rimarra’ solido perche’ considerato un investimento rifugio. Ma nel medio termine, come le economie ripartiranno, ci aspettiamo che scenda”, commenta Andrew Wilson, chairman del global fixed income di Goldman Sachs Asset Management.

Trump annuncera’ le linee guida per la riapertura del Paese in una conferenza stampa in serata.

L’euro resta debole in un mercato che, secondo gli operatori, giudica insufficiente il pacchetto di misure messe in campo dall’Eurogruppo per sostenere l’economia falcidiata dal virus, mentre si discute ancora su modalita’ e strumenti di un intervento che appare sempre piu’ urgente.

Lascia un commento