Forex, Euro vicino minimi da due mesi dopo dati Germania, opzioni


Valute

NEW YORK (Reuters) – L’euro si porta ad un soffio dai minimi da due mesi, fiaccato dal calo inaspettato degli ordini all’industria tedeschi a dicembre, segno che l’economia della zona euro stenta a ripartire.

Il ribasso della moneta unica trova un supporto contro dollaro in area 1,10, ma l’euro resta sotto pressione anche a causa delle schermaglie con Londra sugli accordi commerciali post-Brexit. Anche la sterlina è debole per lo stesso motivo.

Opzioni per circa 1 miliardo di dollari sono in scadenza a quota 1,10 dollari, un fattore che mantiene il trading in range stretto, in un mercato che vede la volatilità a nuovi minimi, osservano i trader.

Sale il dollaro australiano, in rialzo per la quarta seduta di seguito, così come lo yuan dopo che Pechino ha inaspettatamente ridotto le tariffe su alcuni beni d’importazione Usa. Scemano, anche se momentaneamente, anche le tensioni sul fronte coronavirus, con gli operatori che tornano in modalità risk-on prediligendo gli asset più speculativi.

(in redazione a Milano Sabina Suzzi)