Frutta e verdura spingono l’inflazione, il carrello della spesa rincara del 2,1%

MILANO – Riparte l’inflazione a febbraio e gli italiani se ne accorgono, nel carrello della spesa, soprattutto quando si tratta di comprare frutta e verdura. Secondo i dati Istat, ancora provvisori, nel mese che si chiude oggi l’indice dei prezzi al consumo è salito dell’1,1% su base annua (dallo 0,9% di gennaio) e ha segnato una crescita su base mensile dello 0,2%.

E’ lo stesso Istituto a spiegare come siano proprio i prezzi dei “beni alimentari non lavorati a spiegare in buona parte l’accelerazione dei prezzi. Al netto dellle voci più volatili, tra le quali rientra anche l’energia, l’inflazione di fondo è stabile a +0,5%.

L’effeto sui prezzi dei beni che si acquistano con più frequenza, il cosiddetto “carrello della spesa”, è di triplicare il passo dei rincari, con aumenti che passano dallo 0,6…
Leggi anche altri post Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer