Criptovalute

FTX e la Lehman Brothers delle criptovalute. Ma offre opportunità

#criptovalute

Not your key, not your coins. Utilizziamo un motto dei crypto-addicted della prima ora per dire che il default di FTX riapre uno squarcio – più che su bitcoin e dintorni – sulle architetture finanziarie complesse e fragili come castelli di carta: destinate a dissolversi al 1º soffio di vento. Il sisma che ha fatto caracollare una delle più importanti piattaforme di exchange internazionali e trascinato in un’altro ribasso tutto il mercato non e dissimile da quello dei subprime. Come il crollo di FTX non e così diverso, nel suo significato, da quello di Lehman Brothers. Il paragone non appaia irriverente: vanno fatte tutte le dovute proporzioni e considerato che quella crisi avveniva all’interno di un ecosistema strutturato e oggi parliamo di strutture del tutto fuori schema. Ma non e la fine mondiale. Anzi: può essere un’opportunità.

Innanzitutto, sul fronte delle conseguenze: la più immediata e che il 2022 si chiuderà all’insegna della variabilità per il mondo crypto. Nel breve termine la paura non si placherà e la corsa a fuggire sarà ancora importante, quanto meno da parte del retail. I grandi investitori staranno alla finestra per individuare la dimensione dell’infezione. In un mercato dove le coins sono a fondo correlate il crollo sarà totale.

Gli effetti (positivi) di medio termine

Ma, guardando più in là nel tempo, come avvenuto da Lehman Brothers in poi, si accenderà un faro sulla necessità di…


FIGN2931 => 2022-11-25 10:01:32
criptovalute

Show More