Germania: crollo ordini industria, -4,2%

Gli ordini industriali tedeschi sono crollati inaspettatamente a febbraio, segnando un -4,2%, il ribasso più forte da due anni e in controtendenza rispetto alla stima media di un +0,3%.

Su base annua si è registrata una flessione dell’8,4%, la più pesante in dieci anni.

Il ministero dell’Economia tedesco ha osservato che l’attività manifatturiera “continuerà ad essere debole nei prossimi mesi,in particolare per la scarsa domanda estera”.

I cinque principali istituti di ricerca tedeschi (Ifo,Iwh,Diw IfW e Rwi) hanno più che dimezzato le stime di crescita del Pil tedesco nel 2019 tagliandole allo 0,8% dall’1,9% stimato nel rapporto di settembre.

A pesare, sono soprattutto le tensioni commerciali e la Brexit. “Le difficoltà della produzione interna e la portata del rallentamento dell’economia globale sono stati sottovalutati” si legge nel report, ma i rischi di una “recessione pronunciata” sono bassi purché non si intensifichino i rischi politici

Leggi anche altri post Milano o leggi Agenzie


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer