Germania, Francia, Spagna & C. Il Covid-19 torna a far terrore. In Italia contagi più contenuti grazie al lockdown(la chiusura). E chi ha chiuso meno di noi ha perso più punti di Prodotto interno lordo (PIL)


Germania, Francia, Spagna & C. Il Covid-19 torna a far terrore. In Italia contagi più contenuti grazie al lockdown(la chiusura). E chi ha chiuso meno di noi ha perso più punti di Prodotto interno lordo (PIL) 

L’Europa è alle prese attraverso il covid-19. Di nuovo. Sì, perché dati alla mano i numeri relativi ai contagi sono tornati a salire, in alcuni casi pure in maniera preoccupante. Il Belgio, tanto per cominciare, ha registrato un aumento degli infetti del 60 per cento solo nell’ultima settimana di luglio. La Francia parla di un “equilibrio fragile” e in Romania si viaggia su una mass media di oltre mille casi al giorno. In Italia, invece, il contesto pare essere diversa. Almeno per il momento. Il Belpaese per settimane finito sulle prime pagine dei giornali internazionali, pure con tono canzonatorio e che per mesi è stato giudicato “incapace di gestire l’emergenza”, non ha abbassato la guardia.

A riprova ci sono i numeri contenuti ma, per gli esperti, da non sottovalutare. Il tema della prevenzione come arma per scongiurare un ritorno al lockdown(la chiusura) è frequente nei ragionamenti degli esperti italiani: non escludono, difatti, l’ipotesi di una seconda ondata autunnale, ma confidano nell’efficacia delle misure precauzionali, che dovrebbero contenere i focolai. Fatto sta che la diversa situazione dell’Italia, secondo gli scienziati, è dovuta alle strategie di contenimento. Ed effettivamente gli altri paesi europei proprio in materia di prevenzione e contenimento si sono comportati diversamente. Certo è che l’Italia ha non poche preoccupazioni in questo momento. Leggasi crisi economica.

C’è da dire, però, che neanche gli altri Paesi se la…

seguici...sullo stesso argomento