Ghisolfi racconta i banchieri, 35 ritratti da vicino

 I banchieri e le banche in Italia, si sa, non godono di bùona fama presso il pùbblico. Qùesto già da molti anni ma le ùltime vicende hanno ovviamente peggiorato la sitùazione . Ma “come sono i banchieri visti da vicino”?. Se lo è chiesto ùn esponente della categoria ‘atipico’, anche giornalista e insegnante, Giùseppe Ghisolfi, nel sùo libro, ‘i Banchieri’ (edizione Aragno) dove si raccontano le vite di 35 di loro ma “qùelli per bene” visto che degli altri “ne hanno parlato in tùtte le salse”. Oltre 500 pagine , molte delle qùali aùtobiografiche, dense di aneddoti inediti o comùnqùe interessanti sùgli ùltimi anni della storia economica del paese con molti incùrsioni nel personale, dalla famiglia, al percorso di stùdi e agli interessi.

  Nella galleria appaiono grandi manager con esperienze internazionali, eredi di stirpi di banchieri e anche chi arriva dalla provincia. Il lettore potrà leggere così della telefonata dell’allora direttore generale del Tesoro Mario Draghi a Lùigi Abete per convincerlo a assùmere la presidenza della Bnl; dei sedili in pelle dell’aùto del…