Dow Jones

Giustizia: ok Camera a fiducia su riforma Cartabia (stampa)



Dopo contrasti, scontri, mediazioni, e appelli alla compattezza, alla fine, la fiducia sulla riforma della giustizia targata Cartabia ieri notte è arrivata: 462 sì, 55 no e un astenuto al primo articolo; 458 sì e 46 no al secondo.

Non è stata facile per nessuno, a dispetto dell’ottimismo dello stesso presidente del Consiglio Mario Draghi. Ma soprattutto dal suo predecessore Giuseppe Conte, alle prese con i malumori del suo Movimento. Molti domenica avevano disertato la votazione sulle pregiudiziali di costituzionalità. E non è stato agevole per Conte il tentativo di ricomporre quel disagio. Alla fine 13 sono risultati gli M5S assenti, ma solo una parte riconducibili alla fronda. Recuperato invece Alessandro Melicchio, che aveva votato con l’opposizione per l’incostituzionalità della norma («Continuo a tenere un giudizio negativo sul provvedimento, ma riconosco il lavoro fatto per cambiarlo in modo sostanziale», ha detto il dissidente). Già in mattinata l’ex premier si era mostrato sicuro. «Crediamo di aver raggiunto e aggiunto dei significativi miglioramenti, quindi i parlamentari del M5S daranno il loro voto ed esprimeremo compattezza», aveva detto a margine della commemorazione della strage di Bologna, presieduta dalla ministra Cartabia, che per questo impegno aveva sacrificato la sua presenza in Aula domenica. Non è stata semplice neanche per lei che ieri, stavolta sul banco del governo, ha subito attacchi sia per quell’assenza sia per i contenuti della riforma da lei stessa così definita: «Non è la mia riforma, è la riforma di tutti”.

Oggi l’ultimo atto: la votazione finale alle 19h00 in diretta tv. Poi il testo andrà al Senato per l’approvazione definitiva.

alu

fine

Segnali:

Rassegna stampa giustizia
35 Stampa e regime 09:00 Notiziario 09:30 Diretta dalla Camera dei Deputati 11:30 Le Commissioni Affari costituzionali, Giustizia e Politiche Ue di Camera e Senato hanno svolto l'audizione del ...
Cartabia “La riforma del processo civile in vigore entro il 2021”
Lo ha detto la ministra della Giustizia, Marta Cartabia, rispondendo al question time alla Camera. “La sindrome di alienazione parentale ad oggi non è riconosciuta dalla grande maggioranza ...
Csm, slitta il vertice. Cartabia alla maggioranza: “Riforma urgente, il Quirinale la sta sollecitando”
"La fiducia ... giustizia, diventa un privilegio". Mentre Scopelliti parlava dei "magistrati laboriosi che lavorano con la testa tra le mani". E Cartabia, per mettere mano alla riforma del Csm ...
Rassegna stampa giustizia
18:30 In diretta da Parigi Conferenza stampa ... dalla Camera dei Deputati 10.59 Annuncio fine programmi in convenzione 10.59 Presentazione dei programmi di iannuzzi 11.04 incontro su 20 ...
Carceri sovraffollate, Cartabia punta sui fondi della legge di bilancio
Politica - La ministra della Giustizia ha risposto a un interrogazione in Senato. Ieri alla Camera era intervenuta ricordando che bisogna far presto sulla riforma del ...
Verbali Open sourceCon la riforma della presunzione di innocenza non è cambiato nulla
I garantisti della maggioranza sono ingenui e non capiscono che ogni volta che si introduce una misura di civiltà in campo ...
Incontro Cartabia-Reynders
La Ministra della Giustizia, Marta Cartabia, e il Commissario europeo ... continuo al fine di raggiungere un accordo su un’ambiziosa riforma della giustizia. La Ministra e il Commissario ...
Palermomania.it è un'idea di Informatica Netizen
Le foto utilizzate in questo sito sono di proprietà o di uso libero su internet. Chiunque ne richieda la proprietà, ne faccia immediata comunicazione e le foto verranno immediatamente rimosse.
riforma giustizia/
nonché la creazione di un albo nazionale unico per i consulenti tecnici. Sono alcune delle novità recate dal d.d.l. di riforma del processo civile ...
Doppia fiducia sulla riforma della giustizia, M5s si ricompatta
Come indicato nella cookie policy, noi e alcuni partner selezionati nonché gli intermediari del mercato pubblicitario facciamo uso di tecnologie, quali i cookie, per raccogliere ed elaborare dati ...

Justice: ok Chamber of confidence on the Cartabia reform (print)

After disagreements, clashes, mediations, and appeals to compactness, in the end, faith in the Cartabia justice reform arrived last night: 462 yes, 55 no and one abstained from the first article; 458 yes and 46 no per second.

It was not easy for anyone, despite the optimism of Prime Minister Mario Draghi himself. But above all by his predecessor Giuseppe Conte, struggling with the discontent of his Movement. Many Sundays had deserted the vote on the preliminary rulings of constitutionality. And it was not easy for Conte to try to recompose that discomfort. At the end 13 M5S were absent,