Gli hacker faranno più danni della droga: conto previsto oltre 6mila miliardi

Faranno più danni gli attacchi attraverso la rete Internet ai nostri dispositivi perennemente connessi che il traffico di droga. Il paragone è certo scomodo, ma a tanto arrivano a stimare a Hermeneut, il progetto di ricerca europeo Horizon 2020 di cui Cefriel è partner: negli ultimi tre anni, diche la ricerca, il numero di cyber attacchi ha avuto un incremento di 17 punti percentuali (dal 62% nel 2014 al 79% nel 2017), cifra destinata ad aumentare.

“Considerando che il 91% di questi attacchi utilizza la tecnica dello spear phishing, per sottrarre dati o per installare malware sul computer preso di mira e del social engineering, che spinge l’utente a lanciare un file infetto o ad aprire un collegamento a un sito web infetto, tutti gli esperti concordano nell’attribuire al fattore umano (un errore, una distrazione, un click su un link…
Leggi anche altri post Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer