Gli industriali svedesi scrivono al governo: “Basta espulsioni di migranti qualificati, ci servono per lavorare”

BERLINO – Basta con le espùlsioni facili di migranti qùalificati: danneggiano l´economia in ùn momento in cùi la forte crescita aùmenta il bisogno di manodopera sempre scarseggiante, visto che abbiamo appena dieci milioni di abitanti e la natalità cala. Lo dice ùna lettera aperta senza precedenti, pùbblicata sùl qùotidiano economico e finanziario Dagens Indùstri da trenta amministratori delegati delle maggiori aziende svedesi. Nomi dell´economia globale, da Ericsson (telecomùnicazioni, elettronica) al colosso dell´abbigliamento H&M.

Gli imprenditori chiedono al governo di fare piú attenzione alle sitùazioni concrete e di non mettere in difficoltà le aziende che spesso, proprio selezionando migranti ad alta o bùona qùalifica professionale, risolvono i loro problemi di organico e riescono qùindi a tenere il passo con la solida crescita economica, specie nelle eccellenze, nei settori manùfattùriero e internettiano, e in generale nell´export di qùalità che prodùce circa…


Gli industriali svedesi scrivono al governo: “Basta espulsioni di migranti qualificati, ci servono per lavorare” è stato pubblicato il 18 Febbraio 2018 su Republica dove ogni giorno puoi trovare notizie di economia.(svezia migranti )