Gli investitori si rifugiano nell’oro contro la tempesta del petrolio


Materie prime

Di Gina Lee 

Il prezzo dell’oro è in salita negli scambi asiatici di questo mercoledì, mentre le borse accusano il colpo del petrolio.

I future dell’oro salgono dell’1,05%, a 1.705,70 dollari alle 10: PM ET (3: GMT), mentre le borse asiatiche sono in calo per il secondo giorno consecutivo a causa del crollo del petrolio. Il metallo prezioso sta assistendo ad un rialzo dei prezzi in quanto gli investitori cercano un investimento rifugio durante questa turbolenza economica.

Bank of America ha alzato le previsioni sull’obiettivo di prezzo dell’oro a 18 mesi a 3.000 dollari l’oncia, dal precedente obiettivo di 2.000 dollari, nel suo ultimo report “La Fed non può stampare l’oro”.

Nonostante la continua volatilità dell’economia che sta colpendo anche gli investimenti rifugio come l’oro, la banca resta convinta del fatto che gli stimoli fiscali e monetari attuati dai governi compenseranno l’impatto della pandemia di COVID-19.

“Mentre l’economia si contrae, gli stimoli fiscali aumentano e i bilanci delle banche centrali vengono raddoppiati, le valute potrebbero andare sotto pressione”, si legge in un report di BoA. “Gli investitori cercheranno l’oro”.

Ma si legge anche sul report: “la repressione finanziaria è tornata su una scala straordinaria”.