Gli Usa ordinano a Pechino di chiudere il consolato a Houston, la Cina valuta stessa misura a Wuhan


Gli Usa ordinano a Pechino di chiudere il consolato a Houston, la Cina valuta stessa misura a Wuhan 

Nuove pesanti tensioni si affacciano sul rapporto tra Stati Uniti e Cina. Il Dipartimento di Stato americano ha ordinato a Pechino di chiudere entro venerdì pomeriggio il suo consolato generale a Houston, in Texas. La notizia, diffusa dai media americani e cinesi, è stata confermata dalla portavoce del Dipartimento di Stato, Morgan Ortagus: “Abbiamo ordinato la chiusura del consolato generale della Repubblica popolare cinese a Houston al fine di proteggere la proprietà intellettuale americana e le informazioni private degli americani”, ha dichiarato Ortagus in una nota.

Più tardi è lo stesso segretario di Stato americano, Mike Pompeo, a dichiarare: “Proteggeremo gli americani e la nostra proprietà intellettuale”, il Partito comunista cinese è “una minaccia alla libertà, ovunque”. Parole e azioni che infiammano ancora di più i rapporti con Pechino. Il governo cinese è su tutte le furie e – secondo una fonte citata da Reuters – sta considerando di rispondere con una mossa simmetrica ed altamente simbolica: la chiusura del consolato americano a Wuhan, la città-focolaio da cui si è diffuso il coronavirus che ora assedia gli Usa e in particolare il Texas, uno degli epicentri della pandemia ancora dilagante nel Paese. Ma non è tutto: con una nota postata sui social media del Ministero degli Esteri, Pechino avverte i suoi studenti negli Usa “a stare in guardia” a causa di interrogatori e detenzione arbitrari.

Nelle ore successive la notifica…