Governo: Meloni, ok al dialogo ma a 2 condizioni (CorSera)


“Al netto del fatto che considero ridicolo che il premier si presenti per dire quello che “farà” mentre la gente sta ancora aspettando i soldi che aveva promesso due mesi fa, mi sembra solo un gettare la palla in avanti. Vogliono dialogare? Bene, ecco le due condizioni. Sparisce tutto quello che non c’entra con il rilancio: poltrone, consulenze, amenità, bonus inutili. E le riunioni tra governo e opposizione le facciamo in streaming, così gli italiani potranno giudicare. Ci stanno? I signori del MSS, che tanto amavano la trasparenza, guarda caso adesso dicono di no.”.

Lo dice, in un’intervista al Corriere della Sera, la leader di Fratelli d’Italia, Giorgia Meloni. “Ne abbiamo fatte centinaia di proposte, serie, meditate. Non certo quelle che ci stanno propinando da palazzo Chigi, come gli ulteriori 7o milioni per il bonus monopattini, come se l’Italia non fosse fatta di milioni di pendolari che vanno a lavorare ogni mattina ma solo da chi vive nei centri storici. Se non si sta tra la gente ma si sta chiusi nei palazzi, il risultato è che si ritiene di risolvere la crisi enorme che ci attende a colpi di bonus monopattini. Hanno fatto carta straccia dei nostri emendamenti, ed è grave perché lo scostamento di 8o miliardi, che sono debito e che sarà pagato anche dai nostri figli, è passato anche grazie ai nostri voti. Ma noi non abbiamo voce in capitolo per dire cosa farne”, conclude.

alu

fine

MF-DJ NEWS

0509:20 giu 2020