Dow Jones

Governo: piano Cingolani, stimolo della domanda e fisco (MF)

Nelle aree critiche per la decarbonizzazione del sistema energetico italiano, il ministero della Transizione ecologica si riserva di sfruttare strumenti di gestione della domanda per accelerare l’innovazione, favorendo la crescita di una capacità industriale e di servizi. Assieme alla fiscalità sono queste le leve sui cui punta il dicastero guidato da Roberto Cingolani per favorire una relazione “inversamente proporzionale” tra crescita economica e andamento delle emissioni di gas serra.

Propositi, scrive MF, messi nero su bianco nel Piano per la transizione ecologica approvato lo scorso 28 luglio. Il documento traccia le tappe della decarbonizzazione italiana, scandita dagli impegni europei di neutralità climatica al 2050 e riduzione del 55% delle emissioni di gas serra al 2030 rispetto ai livelli del 1990. Un «fattore cruciale» sarà costituito dal contributo delle energie rinnovabili il cui apporto alla generazione elettrica dovrà raggiungere tra nove anni almeno il 72% e avvicinarsi al 100% entro 2050. Quanto alla mobilità sostenibile il traguardo è raggiungere il 50% delle motorizzazioni elettriche entro il 2030 e nello stesso anno si dovrà raggiungere il consumo di suolo zero. Si tratta di scenari «sfidanti», ammette lo stesso ministero, tanto più mentre il Paese si sta riprendendo dal tracollo del pil causato nel 2020 dalla pandemia da SarsCov2. Nell’abito dell’attuazione «la tassazione indiretta può influenzare il comportamento dei consumatori e deve quindi essere concepita e applicata allo scopo di sostenere la transazione ecologica nelle sue diverse declinazioni». Una delle soluzione proposte è la modulazione dell’accisa sui prodotti energetici «anche in relazione alle emissioni di co2 e delle altre emissioni di gas serra», così da correggere le esternalità sociali della transizione. Prendendo come riferimento le analisi Ocse, le proposte -come già riferito da MF-Milano Finanza- guardano alla ristrutturazione del sistema di tassazione per spostare il carico fiscale dal lavoro allo sfruttamento delle risorse naturali e per vincolare nuove forme di fiscalità ambientale a investimenti e forme di consumo sostenibili.

red/lab

Segnali:

[crawlomatic-scraper url=”https://www.bing.com/news/search?q=Governo: piano Cingolani, stimolo della domanda e fisco (MF)&go=Search&qs=n&form=QBNT&sp=-1&pq=Governo: piano Cingolani, stimolo della domanda e fisco (MF)&sc=0-55&sk=&cvid=43AE645BF1EC40E8AE6B41BA77F13FD0&setmkt=it-it&setlang=it-it” strip_scripts=”1″ query_type=”cssselector” query=”.algocore” remove_query_type=”cssselector” remove_query=”.source” strip_images=”1″ strip_links=”1″ cache=”0″ on_error=”nessun segnale”]

[crawlomatic-scraper url=”https://it.advfn.com/notizie/Governo-piano-Cingolani-stimolo-della-domanda-e_85804569.html” query_type=”cssselector” query=”.article-headline” eq=”first” translate_to=”en” translate_source=”it” output=”text” cache=”0″]

[crawlomatic-scraper url=”https://it.advfn.com/notizie/Governo-piano-Cingolani-stimolo-della-domanda-e_85804569.html” output=”html” query_type=”cssselector” query=”.article-body” translate_to=”en” translate_source=”it” limit_word_count=”100″ cache=”0″ ]

Show More