Greggio in forte rialzo su tagli Opec, sanzioni Usa per Iran e Venezuela

I futures sul greggio sono in gran spolvero nella mattinata londinese grazie ai tagli alla produzione decisi dai Paesi Opec e alle sanzioni americane su Iran e Venezuela. Sullo sfondo restano tuttavia i timori per un aumento della produzione degli Stati Uniti e per l’esito dei colloqui con la Cina sulle relazioni commerciali.

** L’Arabia Saudita, principale esportatore di greggio e di fatto leader dell’Opec, ha annunciato che ridurrà la produzione a circa 9,8 milioni di barili al giorno il mese prossimo, circa mezzo milione di barili in più rispetto a quanto programmato in origine.

** Alle 12,25 il futures Brent guadagna 1,69% a 62,55 dollari al barile, mentre il derivato Usa guadagna 1,49% a 53,19 dollari.

Sul sito www.reuters.it le altre notizie Reuters in italiano. Le top news anche su www.twitter.com/reuters_italia
Leggi anche altri post Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer