I mobili made in Italy vanno più lontano: mille chilometri di strada in più in un decennio

Milano scalda il salone del Mobile e tutti gli eventi fieristici e cittadini legati al design, intanto l’industria del mobile fa il punto su se stessa. A parlarne è una analisi condotta sul comparto, “fra tradizione e innovazione”, dal capo economista di Intesa Sanpaolo, Gregorio De Felice, e presentata insieme all’accordo tra la banca e Federlegnoarredo per mettere a disposizione 1 miliardo per la filiera, in particolare per lo sviluppo dell’economia circolare.

“Nonostante il forte ridimensionamento nell’ultimo decennio, l’industria del mobile mantiene un ruolo di primo piano nell’economia italiana, con circa 18.600 imprese, un totale di oltre 130.000 addetti e quasi 23 miliardi di euro di fatturato”, dice l’analisi. Significative le prospettive di crescita sui mercati esteri: secondo la stima della Direzione Studi e Ricerche di Intesa Sanpaolo, tra il 2017 e il 2022 l’export italiano di…
Leggi anche altri post Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer