I segnali di rafforzamento dell’economia continuano a spingere i mercati

MILANO – L’ottimismo per una buona crescita durante il 2018 e i recenti record di Wall Street hanno mantenuti alti i giri delle Borse orientali, con riflessi che si vedono anche in Europa. Sulle prospettive favorevoli gioca un mix di elementi: negli Stati Uniti gli ultimi dati sulle vendite al dettaglio hanno segnalato la buona predisposizione alle spese dei consumatori, mentre JPMorgan Chase & Co. ha lanciato un segnale positivo spiegando che la riforma fiscale farà esplodere i profitti nei prossimi anni. Che l’economia sia in rafforzamento, negli Usa, è testimoniato anche dai recenti sintomi di accelerazione dell’inflazione al netto delle componenti più volatili.
La giornata degli investitori europei è orfana delle indicazioni di Wall Strett: negli Stati Uniti si celebra il Martin Luther King Day e i mercati finanziari restano chiusi. A Piazza Affari si guarda al titolo Fca, reduce dai recenti record storici: a Detroit si tiene la conferenza stampa di Sergio Marchionne, nell’ambito del famoso Salone dell’auto. Intervistato da Bloomberg, il manager ha detto che grazie al marchio Jeep è “possibile” che Fiat Chrysler Automobiles arrivi…