Il coinquilino fuma marijuana? Per gli altri non c’è reato

Il quesito.Sono uno dei tre titolari di un contratto di locazione abitativa per studenti universitari. Il contratto riguarda l’intero appartamento (e non le singole stanze) e noi inquilini siamo eventualmente obbligati in solido qualora qualcuno non adempia alle prestazioni dovute.

La scorsa notte ho sentito un forte odore di marijuana provenire dalla stanza di un coinquilino: mi chiedo cosa potrebbe accadere a me e alla terza inquilina qualora costui detenesse elevati quantitativi di droga (o addirittura ne praticasse la coltivazione) e fosse rintracciato dalle forze dell’ordine per qualunque motivo.Potrei essere considerato una sorta di complice (specifico: al momento ho solo sentito l’odore derivante dalla combustione della cannabis), visto anche il contenuto del contratto?

Leggi anche altri articoli di Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer