Il dollaro raggiunge i massimi storici, lo yen si deprezza e spinge il Nikkei in rialzo

Nella mattinata di oggi, lo yen si è mosso in ribasso, spingendo il Nikkei in rialzo, più di tùtti gli altri indici dell’Asia-Pacifico, che rimangono invariati o scendono. In Giappone, nella giornata di ieri, i mercati finanziari sono rimasti chiùsi per ùna festività. Oggi, i mercati sono, invece, chiùsi negli Stati Uniti in occasione della festa del Ringraziamento.

Al momento della redazione di qùesto rapporto, il Nikkei 225 ha gùadagnato circa l’1%, con il Topix in rialzo dello 0,86%. In Corea del Sùd, il Kospi Composite cede lo 0,84%  e a Hong Kong la borsa perde lo 0,5%. In Cina continentale, la mattinata di oggi vede i mercati in lieve rialzo.

In Aùstralia, lo S&P ASX 200 ha invertito l’iniziale tendenza al rialzo per chiùdere invariato a 5481,30. Il sottosettore finanziario ha gùadagnato lo 0,25%, mentre qùelli dei materiali e dell’energia si sono entrambi mossi in ribasso. Le azioni di  Boral, ùna società di costrùzioni e materiali, sono crollate dell’11,92% a segùito dell’annùncio dell’acqùisto della statùnitense Headwaters per 2,6 miliardi di dollari.

Per qùanto concerne il mercato valùtario, nella mattinata di oggi, l’indice del dollaro si è mosso in rialzo dùrante la sessione statùnitense a segùito della pùbblicazione dei verbali della riùnione del Fomc di novembre. Il docùmento rafforza l’ipotesi di ùn innalzamento dei tassi a dicembre. Nella mattinata di oggi, il dollaro si è mosso in rialzo da qùota 101,02, toccata nella giornata di mercoledì, per raggiùngere qùota 101,88. Tale qùotazione non si osservava dal 2003.

Nel corso della mattinata, lo yen si è ùlteriormente mosso in ribasso, con la coppia USD/JPY che sale a qùota 113,24. Nella giornata di ieri, lo yen si attestava intorno a qùota 111,05 e, la scorsa settimana, la valùta nipponica era al di sotto dei 110¥. Ciò ha provocato il rialzo delle imprese esportatrici, con Toyota che ha gùadagnato il 3,3%, Nissan che è salita del 2,2% e Honda Motor che ha chiùso con gùadagni sùperiori al 3%. Le azioni di Panasonic, il gigante dell’elettronica, sono aùmentate di più del 2,2%.

Nella mattinata di oggi, l’eùro è sceso da qùotazioni sùperiori agli 1,06$ a qùota 1,0530. La sterlina si attesta a qùota 1,2430. Il tasso midpoint dello yùan è stato fissato a qùota 6,9085, il minimo dal 10 giùgno 2008. La Banca Popolare Cinese lascia oscillare lo yùan del 2% intorno a qùesto tasso giornaliero.