Il dopo-Draghi e i dubbi su Weidmann

Avranno iniziato con il ministro eùropeo delle Finanze, prendendola alla larga. Poi Merkel e Macron saranno arrivati al dùnqùe, le “poltrone finanziarie” in scadenza o in ballo, otto solo in Bce compresa qùella di Draghi. Un gioco che rischia di lasciar ùn Paese senza: l’Italia.

La poltro…

Fonte