Il piano rifiuti di Zingaretti è un bluff. Parisi: “Lazio condannato a inquinamento e discariche


Il piano rifiuti di Zingaretti è un bluff. Parisi: “Lazio condannato a inquinamento e discariche 

Un vero e proprio “libro dei sogni” che va dalla riduzione della realizzazione dei rifiuti al sostegno alla raccolta differenziata, dall’equilibrio impiantistico allo sviluppo dell’economia circolare. Sono questi i principali obiettivi del nuovo Piano Rifiuti del Lazio 2019/2025 approvato oggi dal Consiglio regionale.

Il Lazio, fa sapere il consiglio regionale, “si dota di un fondamentale strumento di pianificazione, con l’obiettivo di mettere in sicurezza l’intero ciclo dei rifiuti nella nostra regione, garantendo maggiore efficacia e produttività, nel nome della legalità e della sostenibilità ambientale. Grazie a questo nuovo piano, infine, tutti i Comuni hanno i mezzi necessari per realizzare, in tempi determinati, le opere utili alla chiusura del ciclo dei rifiuti”.

Tra i principali obiettivi, il Piano indica da una parte le azioni di contrasto alla realizzazione dei rifiuti e allo sviluppo della raccolta differenziata, mentre dall’altra parte prevede l’indicazione degli impianti necessari per il trattamento e lo smaltimento delle varie tipologie di rifiuti, da quelli urbani a quelli industriali, dai rifiuti speciali ai fanghi dei depuratori, all’interno delle localizzazioni fornite dalle province.

Sono pertanto due i pilastri della nuova pianificazione regionale: l’autosufficienza del Lazio e un’equa ripartizione territoriale del peso impiantistico – per chiudere il ciclo dei rifiuti all’interno dei propri confini…

seguici...sullo stesso argomento