Il Venezuela diviso tra due presidenti. L’effetto sul petrolio

Il presidente degli Stati Uniti, Donald Trump, ha riconosciuto il leader dell’opposizione, Juan Guaido, che si è autoproclamato presidente, come capo di stato legittimo del Venezuela. La mossa degli Stati Uniti è giunta pochi minuti dopo che il leader dell’Assemblea Nazionale, Guaido, si è dichiarato presidente temporaneo e ha fatto il giuramento davanti ad una folla di decine di migliaia di persone nella capitale. Oltre agli Stati Uniti è lunga la lista dei Paesi che sostengono Guaido, come Argentina, Brasile, Cile, Colombia, Costa Rica, Paraguay, Perù, l’Organizzazione degli Stati Americani e il Canada.

Il presidente venezuelano, Nicolas Maduro, ha risposto promettendo di rimanere in carica e ha detto che i diplomatici americani avranno 72 ore di tempo per lasciare il Paese. “Il popolo del Venezuela ha coraggiosamente fatto sentire la propria voce” contro Maduro e “ha richiesto la libertà e lo stato di diritto”, ha affermato Trump. “utilizzerò tutto…
Leggi anche altri post Agenzie o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer