Ex Ilva, a Genova nessun passo indietro: Mittal va avanti con la Cig


Ex Ilva, a Genova nessun passo indietro: Mittal va avanti con la Cig 
Fumata nera a Genova per ArcelorMittal nell’incontro del pomeriggio del 18 maggio tra Prefettura, istituzioni locali, sindacati e azienda. Mentre Fim, Fiom e Uilm nazionali chiedono l’intervento urgente del governo. A Genova, ArcelorMittal non ha fatto alcun passo indietro, come chiesto, sull’ampliamento della cassa integrazione Covid che coinvolge circa 200 lavoratori. I rappresentanti sindacali liguri, con il sostegno delle istituzioni locali, hanno proposto all’azienda di sospendere la procedura – da loro giudicata “illegittima” – fino a giovedì, in attesa della firma del decreto “Rilancio” da parte del presidente Sergio Mattarella. «L’azienda si è rifiutata», hanno spiegato i sindacati al termine dell’incontro. Per questo il 19 maggio i lavoratori saranno dalle 8.30 in assemblea e i sindacati presenteranno un esposto in Procura contro l’azienda. E un altro esposto sarà presentato all’Inps. «Hanno detto no alle mediazioni – hanno detto i sindacati – quella di ArcelorMittal è una scelta politica…

Ex Ilva, a Genova nessun passo indietro: Mittal va avanti con la Cig

visita la pagina

Lascia un commento