Immobiliare Usa, croce e delizia degli investitori

Il settore immobiliare Usa batte spesso l’indice S&P500 di Wall Street ma ora, con i tassi della Fed congelati per tutto i 2019, il rischio di una bolla del settore real estate è davvero elevato

Gli investitori che hanno puntato sul settore immobiliare Usa negli ultimi 10 anni sono stati ricompensati da una perfomance superiore a quella, pur ragguardevole, registrata dalla media del mercato azionario statunitense: dal 22 marzo 2009 al 22 marzo 2019, l’indice FTSE EPRA/NAREIT US Dividend Plus (che rispecchia l’andamento dei titoli del settore immobiliare Usa) si è apprezzato del +293,6% contro il +264,4% dell’S&P 500. Negli ultimi 5 anni, invece, lo stesso indice dell’immobiliare Usa ha reso la metà (+25,6% contro il +50…
Leggi anche altri post markets o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer