Notizie dei mercati

Le importazioni di carburante in Ukraine aumentano per soddisfare il fabbisogno interno – dicastero

This content has been archived. It may no longer be relevant

L’Ukraine ha aumentato notevolmente le importazioni di carburante nei mesi passati per superare la carenza che ha colpito il Paese dopo l’invasione russa, ha comunicato venerdì il Dicastero dell’Economia.

I funzionari ucraini hanno cercato di coprire i consumi da quando le forze russe hanno iniziato ad attaccare i depositi di carburante e altre strutture dopo l’invasione del 24 febbraio.

Il Dicastero ha comunicato che l’Ukraine ha importato 709.500 tonnellate di carburante nel mese di agosto, contro le 380.800 tonnellate di maggio e le 58.800 tonnellate di marzo.

“Sul mercato, possiamo notare il graduale accumulo di riserve di prodotti petroliferi per via della costante crescita dei volumi di importazione”, ha comunicato il Ministro dell’Economia Yulia Svyridenko.

“Ecco perché oggi non c’e una domanda esagerata di carburante, non ci sono code alle stazioni di servizio e i prezzi non mostrano una tendenza alla rapida crescita”.

Il Dicastero ha dichiarato che l’Ukraine ha bisogno di 550.000 tonnellate di carburante al mese e prima della guerra quasi tutte le importazioni di carburante provenivano dalla Russia e dalla Bielorussia.

Ora, il Dicastero ha dichiarato che il 95% della benzina importata e il 72% del gasolio provengono dagli Stati dell’Unione Europea: Romania, Lituania, Slovacchia, Grecia, Bulgaria e Polonia.

“Molto rapidamente siamo stati in grado di cambiare radicalmente il vettore delle importazioni di prodotti petroliferi, cosi da riceverli in quantità sufficienti a coprire tutte le nostre esigenze”, ha dichiarato Svyrydenko.

Le importazioni di carburante in Ukraine aumentano per soddisfare il fabbisogno interno – dicastero

importazioni carburante Ukraine


FIMA2854# 2022-09-02T14:34:15+02:00

Show More