Dow Jones

Imprese: Unioncamere; +23% a/a luce nel 3* trim, +39% gas



Nel terzo trimestre 2021 la spesa per energia elettrica e gas naturale, riferita ad alcuni profili tipo in regime di tutela rappresentativi delle esigenze produttive e di consumo delle Pmi italiane (ad esempio negozio di ortofrutta, bar, parrucchiere), registrerà un aumento del 23% rispetto allo stesso trimestre dello scorso anno per l’energia elettrica e del 39% per il gas naturale.

E’ quanto emerge dal monitoraggio periodico dei costi dei servizi pubblici locali sostenuti dalle imprese operato da Unioncamere e Bmti con il supporto di REF Ricerche. La spesa unitaria media si assesterà dunque sui 268 euro al MWh per l’energia elettrica e 0,79 euro al mc per il gas naturale. Nello specifico, tra i differenti profili tipo di impresa analizzati, per quanto riguarda l’energia elettrica gli aumenti oscillano tra il 13% per l’ortofrutta e il 29% per il bar. Per la spesa di gas naturale gli aumenti vanno dal 38% per l’ortofrutta al 39% per il parrucchiere.

La produzione di energia è in crescita rispetto a un anno fa (+2,8% rispetto al gennaio-maggio 2020): cresce l’idroelettrico (+2,2%) e l’eolico (+11,5%), in calo il fotovoltaico (-3%).

Dunque è in forte aumento il costo di energia elettrica e gas naturale nel 3* trimestre 2021 rispetto allo stesso trimestre dell’anno precedente, per effetto di un incremento dei costi della materia prima legato ad un miglioramento delle prospettive economiche della domanda. A questo si aggiunge la sostenuta crescita dei prezzi dei permessi di emissione di CO2 (oltre 50 euro/t nel mese di giugno a seguito delle attese di un possibile rafforzamento delle politiche di contenimento dei gas serra). Con riferimento all’energia elettrica, l’Autorità di Regolazione per Energia, Reti e Ambiente (ARERA) ha ridimensionato gli oneri generali, al fine di scongiurare un aumento ancora più pronunciato della bolletta, rinviando ad un momento futuro il previsto incremento degli oneri generali di sistema.

pev

(END) Dow Jones Newswires

August 02, 2021 05:53 ET (09:53 GMT)

Segnali:

Casa, Entrate: balzo delle compravendite nel III trim +21,9%
una variazione tendenziale ampiamente positiva nel suo complesso (+23,5%). Nettamente in testa è Firenze, con un +41,4%; Roma sfiora il 29%, mentre a Genova e Milano il tasso si attesta intorno ...
Più Tpl e mobilità integrata, le richieste dei cittadini di Milano, Roma e Napoli
Ancora oggi ben il 39% degli spostamenti in città ... la bici ha ridotto l’uso di un altro mezzo, nel 54% dei casi si tratta dell’auto. "Sostenere le imprese, soprattutto le Pmi che investono ...
Tutti i numeri
860 Milioni di valore del mercato del biologico in Italia nel 2015 secondo i dati Nielsen. 30mila Elefanti africani uccisi ogni anno dai bracconieri secondo il Wwf. 435 Milioni di dollari ...
La mobilità urbana vista dai cittadini è integrata e sostenibile
Per il 91% degli utilizzatori, la bici ha ridotto l’uso di un altro mezzo, nel 54% dei casi si tratta dell’auto. «Sostenere le imprese ... e il 3%. Gli abitanti della metropoli milanese si muovono ...
italiani all
Se io volessi giustificare, in senso storico (scusate è la mia passione) la figura di Cadorna direi che è stato molto bravo a mobilitare le armate in tempi brevissimi nel 1915 ... mitragliatrici ...

Companies: Unioncamere; + 23% y / y light in Q3, + 39% gas

In the third quarter of 2021, the expenditure for electricity and natural gas, referring to some type profiles under the protection regime representative of the production and consumption needs of Italian SMEs (for example fruit and vegetable shop, bar, hairdresser), will record an increase of 23% compared to the same quarter of last year for electricity and 39% for natural gas.

This is what emerges from the periodic monitoring of the costs of local public services borne by businesses operated by Unioncamere and BMTI with the support of REF Ricerche. The average unit expenditure will therefore settle at 268 euros per MWh for electricity and 0.79 euros per cubic meter for natural gas.