L’India mette al bando TikTok, WeChat e altre 57 applicazioni cinesi


L’India mette al bando TikTok, WeChat e altre 57 applicazioni cinesi 
Una scure pesantissima si abbatte sull’economy app Made in China. L’India, uno dei Paesi a maggior propensione mobile al mondo, ha deciso di bannare TikTok, WeChat e altre 57 applicazioni di produttori cinesi. La decisione è stata presa dal ministero indiano dell’Elettronica e dell’Informatica, che considera queste piattaforme «impegnate in attività che pregiudicano la sovranità e l’integrità dell’India, la sua difesa interna, la sicurezza dello Stato e l’ordine pubblico».A monte di questa decisione, però, ci sarebbe lo scontro di qualche giorno fa tra le forze di sicurezza indiane e quelle cinesi in prossimità del confine conteso sulle montagne dell’Himalaya. Uno scontro in cui hanno perso la vita una ventina di soldati indiani.Fra le app coinvolte in questo ban, quella che potrebbe subire il danno più pesante sembra TikTok. Per il social network di proprietà della società cinese

L’India mette al bando TikTok, WeChat e altre 57 applicazioni cinesi

visita la pagina