Industria, fatturato e ordini deboli a novembre

MILANO – Dopo i dati sulla produzione, anche quelli sul fatturato e gli ordinativi non offrono segnali incoraggianti sullo stato di salute della nostra industria. A novembre l’Istat registra un aumento dello 0,1% delle vendure rispetto al mese precedente dovuto all’energia, al netto della quale ci sarebbe un calo dello 0,2%, a fronte di un calo degli ordini dello 0,2%. Su base annua, emerge un incremento dello 0,6% del fatturato (nei dati corretti per il calendario) e una flessione del 2% degli ordini. L’Istituto segnala “un progressivo rallentamento della crescita con segnali di flessione degli ordinativi” a novembre, dovuti alla “debolezza della domanda interna” (-4,4% su anno).

La dinamica congiunturale del fatturato, spiga l’Istat, riflette un leggero aumento del mercato interno (+0,1%) e una variazione nulla di quello estero. Per gli ordinativi la flessione…
Leggi anche altri post Economia o leggi originale


Questo contenuto è stato importato con un sistema automatizzato, senza intervento umano. È possibile segnalare la rimozione dei contenuti, leggendo prima le nostre Note Legali Disclaimer